Quando è meglio cambiare?

Posso cambiare fornitore quando voglio, tuttavia se ho delle bollette da pagare il fornitore attuale impedirà il cambio di fornitura, accumulando ulteriori crediti nei tuoi confronti.

Consigliamo di saldare tutte le bollette con l'attuale fornitore, poi contattarci.

Cambiare fornitore di energia può a volte portare a costi più elevati dovuti a tariffe più alte, costi nascosti, aumento del consumo di energia, differenze nel periodo di fatturazione, scadenza di tariffe promozionali, o mancata comparazione accurata delle tariffe tra diversi fornitori prima del cambio.

Puoi cambiare fornitore anche una volta al mese(!), tuttavia ti consigliamo di trovare un consulente che ti possa avvisare quando le tariffe cambiano, e, in base al tuo contratto attuale, dirti se hai veramente un risparmio a cambiare, o meglio rimanere con quello.

Effettuare una voltura senza aver saldato le bollette precedenti può essere problematico, poiché i fornitori di energia potrebbero richiedere il pagamento dei debiti arretrati prima di procedere.

I debiti potrebbero essere trasferiti al nuovo intestatario o potrebbe essere necessario saldarli prima di completare la voltura. È consigliabile contattare il fornitore di energia per discutere la situazione e capire come procedere.

Quando posso cambiare fornitore?

Nel mercato libero dell'energia, hai la libertà di cambiare fornitore in qualsiasi momento, senza vincoli di tempo. Il cambio può essere effettuato seguendo le procedure indicate dal tuo attuale o nuovo fornitore, con tempi di attivazione che possono variare. È consigliato confrontare le offerte e scegliere il fornitore che meglio risponde alle tue esigenze energetiche e economiche.